Week-end a Sirmione.


Social Share :

ZOLFO, SODIO, BROMO E IODIO PER IL NOSTRO BENESSERE

A pochi kilometri dalla caotica ed inquinata Milano, si erge Sirmione; preziosa cittadina posizionata sul lago di Garda tra Peschiera e Desenzano.
Dopo aver attraversato un lungo lago splendido, ci si ritrova dinanzi le vestigia romane e medievali del  Castello Scaligero. Per il mio viaggio di benessere ho scelto un hotel favoloso il Villa Cortine in cui la cura dei particolari è evidente in tutto, ci si senti speciali e coccolati in ogni istante. Arrivato in stanza, lascio al volo la valigia e scappo perché curioso di addentrarmi in questa cittadina da sapore antico.

Un turbinio di stradine fatte di Bougainville e gelaterie artigianali, conducono verso la Grotta di Catullo e di li a poco in alcune spiagge paradisiache dove i colori del tramonto sono vero toccasana per il benessere psico-fisico. La spiaggia che più mi è rimasta dentro e detta Giamaica per la sabbia bianca e l’acqua verde cristallina. Ci si arriva raggiungendo le grotte e costeggiando la scogliera, camminando in parte in acqua in parte su pietra. Quando ci si sdraia con le rovine romane alle spalle e la rocca di Manerba davanti, le acque color smeraldo e le pietre levigate, sembra di essere in una cartolina virtuale. Questo benessere nutrirai lo spirito e l’energia della natura, facendo assaporare la libertà dell’anima e scoprendo il vero relax. Tra maggio e giugno per me è stato il periodo migliore. Dopo la spiaggia son rimasto lì a godermi il tramonto, forse perché ero con la giusta compagnia.
Il giorno seguente ho regalato a me stesso una tappa alle terme di Sirmione.

 

Ho scelto di coccolarmi con la nota Aquaria, la migliore SPA Termale di Terme di Sirmione. Alle spalle di una Domus romana la cui costruzione si ritiene essere avvenuta tra il  I secolo a. C. e il I secolo d.C., ti ritrovi subito avvolto in un profumo di benessere. E’ una sensazione inebriante tra storia e relax. Il profumo dato da queste particolarissime acque, è molto difficile da descrivere…come non conoscete le acque di Sirmione? Sapete che le acquistano in flaconcini super costosi in tutto il mondo? Vediamo insieme il perché.
Quest’acqua è sulfurea salsobromoiodica cioè contiene una rilevante quantità di zolfo, sodio, bromo e iodio. Io la consiglio per le sue proprietà antinfiammatorie, immunostimolanti, fluidificanti e anticatarrali, per effettuare lavaggi nasali e della gola. Ci sono delle zone nelle terme in cui si fanno solo trattamenti di questo tipo, dedicate alla cura delle affezioni alle prime vie aeree. Tuttavia se a questa meravigliosa acqua mescolate dei fanghi d’argilla il risultato è favoloso. Da operatore del benessere vado a fondo in quello che sperimento. Ti distendi su un lettino ergonomico e leggermente riscaldato e ti viene applicato sulla pelle questo prodotto. La pelle dopo il trattamento è così levigata e i muscoli rilassati perché ho scoperto che i fanghi di Sirmione sono fatti con argille fermentate per più di un anno.

 

Le ore trascorreranno senza accorgervene, in circa 10.000 metri quadri di benessere, docce sensoriali, lettini vibranti immersi in acque frizzanti, e inizierete ad avvertire un leggero languorino. In accappatoio io ho gustato una macedonia di frutta ed una tisana depurativa al tarassaco (ovvio preparata con acqua distillata di Sirmione). Conosco molti luoghi termali ma questo mi ha stupito particolarmente per la scelta bilanciata di ci sono tutte le varietà di elementi per integrare sali e zuccheri dopo le saune e le acque termali. Nella struttura ovviamente, che è un mondo, ci sono bar e ristoranti per trascorrere in totale relax e con la miglior vista sul lago di Garda, anche la serata.
Da non perdere: il percorso relax gambe e Il percorso relax respiro. Sarete pronti per rientrare in città con il cuore pieno di panorami mozzafiato e il corpo perfettamente in forma e disintossicato.
Raccontatemi la vostra esperienza di travel beauty!

SIMONE MICHELUCCI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *