Ritenzione idrica: la conosci, la combatti, la eviti!


Social Share :

Gambe gonfie? Senso di pesantezza? Forse è arrivato il momento di conoscere e combattere la vostra nemica: la ritenzione idrica!

La ritenzione idrica è un fastidioso inestetismo, prevalentemente femminile (anche se gli uomini non ne sono del tutto esenti), che se trascurato rischia di sfociare anche nella ben più odiosa cellulite.

Non si tratta però solo di bellezza, anche la vostra salute è chiamata in causa, quindi non perdiamo altro tempo e vediamo tutte le strategie e i prodotti più efficaci per liberarci di questo seccante inestetismo e vivere una vita molto più leggera!

Cos’è la ritenzione idrica? Quali sono le cause?

Sun Tzu, uno stratega militare cinese, nel suo famoso libro Ľ arte della guerra, scrive: “Conosci il tuo nemico”, ed è esattamente quello che vi consiglio di fare prima di passare all’azione!

La ritenzione idrica altro non è che l’accumulo e il ristagno dei liquidi all’interno degli spazi fra le cellule del nostro corpo. Sono la diretta conseguenza di una cattiva circolazione sanguigna che è causa di squilibrio fra il sistema linfatico e quello venoso.

Il risultato si traduce in gonfiore e pesantezza soprattutto a livello di gambe, cosce e glutei e meno frequentemente in addome e braccia. 

Come ho detto all’inizio le donne sono particolarmente predisposte alla ritenzione idrica, specialmente durante il ciclo mestruale o poco prima, in casi particolari come la gravidanza e la menopausa e più in generale in tutti quei momenti che causano cambiamenti di tipo ormonale.

Oltre a questa predisposizione di genere troviamo fra le principali cause della ritenzione idrica anche uno stile di vita poco sano, una cattiva alimentazione, un modo scorretto di riposare, lo stare troppo in piedi o viceversa troppo seduti, l’utilizzo di alcuni farmaci come la pillola o ancora cause di tipo genetico. Non dimentichiamo inoltre che anche una presenza considerevole di adipe è causa di deposito e ristagno dei liquidi.

Quello che è importante tenere a mente è che la parola chiave è “idratazione”, solo idratando correttamente il nostro corpo e fornendogli anche la giusta dose di ossigeno possiamo sperare di combattere efficacemente la ritenzione idrica.

Come faccio a sapere se soffro di ritenzione idrica?

In realtà è molto semplice, basta mettervi davanti a uno specchio e individuare a colpo d’occhio se ci sono zone più gonfie rispetto ad altre. Concentratevi principalmente sulle gambe, le cosce e i glutei ma non trascurate l’addome e le braccia.

Effettuate una leggera pressione con il pollice proprio in queste zone e osservate se una volta sollevato il dito rimane per qualche istante un’impronta bianca, se così fosse non ci sono dubbi: la ritenzione idrica c’è!

È quindi arrivato il momento di passare all’azione.

Quali sono i rimedi per combattere la ritenzione idrica?

La mia esperienza come professionista mi porta sempre a individuare qual è l’inestetismo che prevale e di conseguenza partire da quello. Questo è un consiglio che mi sento di dare anche a voi e in particolare quando parliamo di ritenzione idrica fate molta attenzione a capire, soprattutto in zone come addome, cosce e braccia, se effettivamente c’è anche una situazione di eccessiva adiposità.

Fatta questa doverosa premesse andiamo all’attacco!

Il primo consiglio è quello di adottare delle sane abitudini: fate più movimento, non restate ore e ore sedute o in piedi nella stessa posizione, diminuite le sigarette e dormite con le gambe leggermente sollevate rispetto al corpo, magari aiutandovi con un cuscino sotto il materasso posizionato all’altezza delle ginocchia.

Un altro aspetto importante riguarda l’alimentazione: bevete molto e provate la mattina ad assumere a stomaco vuoto un bicchiere di acqua, limone e zenzero, si tratta di un vero e proprio toccasana. Evitate invece bevande gassate o troppo zuccherate, depuratevi con tanta frutta e verdura e prediligete le fibre ai carboidrati.

Anche questa seconda premessa era doverosa perché adesso passiamo ai rimedi naturali come integratori e tisane che però a poco servono se non ci abbinate una dieta sana, uno stile di vita più equilibrato e una costante attività fisica.

Fra i rimedi naturali spicca la betulla le cui foglie possono essere utilizzate per infusi, estratti e spremute ma anche per preparare oli e creme. Potete preprare un infuso di foglie di betulla semplicemente aggiungendo alcune foglie essiccate a dell’acqua bollente e successivamente filtrando.

Anche il succo di mirtillo o di ananas hanno effetti drenanti, mentre se preferite rimedi che prevedono l’assunzione orale scegliete le compresse di estratto di tarassaco (disponibile anche in gocce) oppure di ippocastano che aiuta anche a ridurre il grasso in eccesso.

Esistono poi dei trattamenti specifici che si effettuano nei centri specializzati come la pressoterapia, i massaggi drenanti e la fangoterapia, quest’ultima in particolare la considero molto efficace.

Il consiglio di Simone, il tuo beauty expert di fiducia:

Un rimedio fai da te davvero semplice ed efficace per combattere la ritenzione idrica consiste nel farsi un bel bagno!

Sì avete capito bene: riempite la vostra vasca da bagno con acqua calda e poi versateci una tazza di sale del Mar Morto, lo potete acquistare in erboristeria ma ormai anche molti supermercati ne sono provvisti. Se volete aggiungete qualche goccia di olio essenziale e immergetevi per almeno 15 minuti.

Sentirete sulla vostra pelle un’immediata sensazione di freschezza e leggerezza, inoltre potete approfittare di questo momento tutto per voi per leggere e rilassarvi.

Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *